NotizieUnder 17

Under17/Oderzo non pervenuta con Trieste

Handball Oderzo – Pallamano Trieste 16-41 (p.t. 11-20)

Handball Oderzo: Raduta, Garbuzaru 1, Alberti, Cia, Davidetti, Florean 1, Fumis 1, Lunardelli 3, Ologu 8, Parro 2, Sirbu , Skerlic.
Coach Bufardeci

Pallamano Trieste: Baragona 13, Cardi, Clai 3, Giorgi, Kelmendi 3, Lo Duca 1,Oblascia 4, Pajer 6, Petrovic 2, Sforzato 1, Trost 6, Vukovic 2.
Coach Schina

Partita casalinga contro la forte compagine alabardata, l’obiettivo dei ragazzi è di confermare i progressi evidenziato nelle ultime partite.
Inizio pimpante dei ragazzi che ribattono colpo su colpo agli attacchi della forte compagine triestina.
Al 5′ minuto il risultato è di 2-3.
Molti errori in attacco penalizzano il punteggio degli opitergini che rimane bloccato per diversi minuti.
Dopo un rigore sbagliato il punteggio al 12′ minuto è di 3-5.
La partita è combattuta e Oderzo dimostra una buona difesa supportata dalle ottime parate del suo portiere.
Nonostante la fase offensiva continua ad avere difficoltà in fase realizzativa, i locali rimangono aggrappati al risultato.
Coach Bufardeci chiama un time out all 15′ sul 4-7.
Reazione d’orgoglio di Oderzo che effettua un parziale di 3-1 e si porta sul sul 7-9 al 20°.
La partita è piacevole e le due squadre non si risparmiano.
Trieste evidenzia tecnica e fisicità e si porta a fine tempo sull’ 11-20.

I giocatori opitergini non rientrano mentalmente dalla pausa spogliatoio.
Trieste ne approfitta e allunga portandosi sul 12-23 dopo 5 minuti di gioco.
Oderzo non riesce a contenere gli attacchi alabardati e Trieste prende il largo.
Al 40′ il risultato è di 12-27.
Le difficoltà in fase offensiva sono evidenti anche accentuati da eccessiva imprecisione nei passaggi e nei tiri.
Al 44′ rigore per Oderzo che finalmente muove lo scorer portando sul 13-30.
Gli ultimi 15 minuti sono solo Trieste che chiude il match sul 16-41.
Trieste ha evidenziato superiorità tecnica e fisica ancora irraggiungibile per i ragazzi opitergini, completamente assenti nel secondo tempo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button